Metal Gear Rising: Revengeance quando sarà ambientato?

Il 10 Dicembre, durante la cerimonia di premiazione degli Spike Videogame Awards, Kojima Production ha presentato nuovamente il suo Metal Gear Rising: Revengeance, mostrando un trailer che andava a sottolinearne l’impianto squisitamente hack’n’slash. Il gioco, prodotto da Platinum Games (autori di Bayonetta e Vanquish), si distingue per una struttura che ricorda molto i precedenti lavori della software house e che si focalizza sulla velocità e la spettacolarità degli attacchi.

Oggi, sempre dai produttori, veniamo a sapere qualcosa in più della trama che avrà il titolo, che sarà diversa da quella inizialmente progettata da Kojima Productions. All’inizio, infatti, Rising avrebbe dovuto collocarsi in un periodo temporale che andava tra Metal Gear Solid 2 e 4, ma adesso la location temporale è stata spostata in avanti, qualche anno dopo gli eventi accaduti nel quarto episodio della serie.

Alcuni dettagli specifici arrivano dal sito ufficiale del gioco: Raiden, unitosi a una società militare privata che si occupa di diversi compiti, si ritroverà a combattere in uno scontro guidato da una forza misteriosa che annovera tra le sue fila migliaia di cyborg, e il tutto impostato sullo sfondo di una terribile guerra civile che dilania il paese.

Fino ad ora, queste sono tutte le informazioni che abbiamo.

A gestire lo sviluppo del gioco troviamo due personalità di rilievo come Atsushi Inaba, producer di Platinum Games, e Yuji Korekado di Konami.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *