Virtua Tennis 4: la versione per PS3

Virtua Tennis 4Oramai la scelta sembra epica: Testa o Croce? Virtua Tennis 4 o Top Spin 4? Per aiutarvi nella scelta vi posso parlare del nuovo titolo appena arrivato, o meglio, uscito a fine Aprile, di Halifax, Virtual Tennis 4. Con tutta sincerità il terzo capitolo della storica serie dedicata al tennis ci aveva un pò delusi: da sempre VT era stata sinonimo di tennis nel panorama videoludico e, sino ad allora, neanche il suo maggior competitor, Top Spin, sviluppato da 2K Games, era mai riuscito a superarlo. Con il terzo capitolo qualcosa si era rotto, sebbene la modalità arcade fosse rimasta un punto solido come suo solito, quella campionato era assolutamente debole: questo ha fatto si che molti giocatori passassero alla concorrenza.

Quest’anno l’uscita di VT 4 ha avuto, a mio avviso, una tempistica non troppo favorevole: uscito a poco più di un mese di distanza da Top Spin 4 (arrivato nei negozi l’11 Marzo 2011) sarebbe potuto essere un vero flop, ma ha saputo mostrare tutta la sua potenza anche grazie, nella versione da noi provata, alla presenza di alcune modalità di gioco in cui potete utilizzare il nuovo controller di movimento PlayStation Move.

Virtual Tennis 4 è, infatti, uscito per PC, PlayStation 3, Wii ed Xbox 360, ma la versione da noi provata è quella per la console da salotto di Sony, dove il nuovo controller di movimento porta, o almeno cerca di farlo, maggiore spessore al titolo.

Grazie al PlayStation Move, infatti, potrete sbizzarrirvi sia in una modalità Arcade che in una Party: quest’ultima vede tutti i nostri tennisti (quelli base più quelli che si sbloccano durante la modalità carriera) impegnati in alcuni mini giochi e, per la precisione uno in cui dovrete colpire con le palline le varie mummie che dal campo avversario si avvicineranno alla tua rete per rubarti vari tesori in tema egizio, ed un secondo in cui, invece, dovrete colpire più volte di seguito delle reti poste nel campo avversario.Sempre con il PlayStation Move potrete affrontare la modalità arcade, anche se abbiamo notato un lieve ritardo del movimento sopratutto nella battuta.

Senza il PlayStation Move, invece, potrete sia giocare in modalità arcade, che seguire quella campionato: in quest’ultima dovrete seguire la carriera del vostro tennista preferito er ben un anno, pianificando date di tornei, allenamenti, tour, ma anche gli essenziali riposi: altrimenti il vostro giocatore non riuscirà a afar fronte a tutti gli impegni!

In conclusione possiamo serenamente affermare che, rispetto al terzo episodio, Virtua Tennis 4 fa grandi passi in avanti ma, purtroppo, in confronto ai grandi fasti dei primi due episodi, non riesce a superare Top Spin: non riesce a tornare ad essere il grande titolo che fu per Dreamcast e, sebbene introduce la nuova modalità Storia non riesce a convincere come fa, invece, Top Spin. Resta splendida, invece, la versione Arcade, così come la grafica che solo PlayStation 3 sa offrirci.

Immagine: gamesplayer.it

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *